News

GREEN PASS – DISPOSIZIONI URGENTI SULL’IMPIEGO

Nuove disposizioni in ambito lavorativo relative all’utilizzo della certificazione verde sul luogo di lavoro dal 15 ottobre 2021 al 31 dicembre 2021.

L’obbligo di certificazione verde COVID-19 è prevista:
• Ai fini dell’accesso nei luoghi dove si svolge l’attività lavorativa
• Per tutti coloro che svolgono la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato nei suddetti luoghi
Chi è esonerato:
Le disposizioni non sono applicate per i soggetti in possesso di idonea certificazione medica che attesti l’esenzione alla campagna vaccinale.

Il datore di lavoro è tenuto a verificare il rispetto delle prescrizioni, anche a campione, prioritariamente al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro mediante soggetti formalmente incaricati.

I lavoratori privi di certificazione al momento dell’accesso sul luogo di lavoro sono sospesi dalla prestazione lavorativa senza conseguenze disciplinari e/o cessazione del rapporto lavorativo, ma senza obbligo di retribuzione.
La sospensione avviene con effetto immediato fino alla data di presentazione del certificato verde e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2021.
In caso di accertata violazione degli obblighi, è prevista una sanzione amministrativa da 600 a 1500 euro.

*NOTA: per le imprese con meno di quindici dipendenti, dopo il quinto giorno di mancata presentazione di certificazione, il datore di lavoro può sospendere il lavoratore per la durata corrispondente a quella del contratto di lavoro stipulato per la sostituzione, comunque per un periodo non superiore a dieci giorni, e non oltre il termine del 31 dicembre 2021.

Gli uffici SI.AM. sono a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.


Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

Accetta